#PLdGS: 5 cose ruolistiche da fare in ferie

Quando leggerete quest’articolo, Ivan sarà al Montelago Celtic Festival : siccome era in fibrillazione già da molti giorni prima, non ha avuto alcuna idea geniale per il Pensiero Ludico. Morale della favola, si è ascoltato La lunga estate caldissima degli 883 (un suo vizio segretissimo) finché non gli è venuta un’idea banalissi— ehm, classica: le 5 cose ruolistiche da fare in ferie!

  1. Leggete un gioco nuovo
    Ammettiamolo: tutti compriamo giochi nuovi durante i saldi, ci ripromettiamo per mesi di leggerli, e invece li lasciamo a prendere la polvere sul comodino o li abbandoniamo nella memoria del lettore e-book. O, peggio, lo facciamo col manuale prestato da un amico… che ce lo chiede indietro alla grigliata di Ferragosto. Ecco, Agosto è un buon mese per smaltire la pila della vergogna: spalmatevi sul divano o sulla sedia a sdraio, prendete un manuale e gustatevelo! Magari scoprite di aver buttato via soldi su un cattivo acquisto (e lo riciclate come regalo di Natale) magari decidete a cosa giocare tornati dalle ferie.
  2. Giocate con ragazzini
    Lo so, la natalità italiana è sempre più bassa, ma non certo a livelli apocalittici: le spiagge, purtroppo, sono ancora infestate di bimbi urlanti. Ora, scommetto che, in qualche modo, tutti voi conoscete decentemente dei ragazzini, che siano figli di cugini, studenti di ripetizioni, vicini di casa o vicini di camera in hotel; ebbene, ecco una sfida: organizzate una partita di GDR per i ragazzi che conoscente. A seconda delle esigenze, proponetegli un gioco per due persone semplice semplice, tipo i giochi veloci a base Levity, oppure mettete su un gruppo di D&D 5, o qualunque punto medio vi venga in mente. In ogni caso, trattate i ragazzi con rispetto e assecondate le loro curiosità: è così che gli hobby si trasmettono da una generazione all’altra.
  3. Provate un gioco GM-Less
    Ho sentito diversi pregiudizi sui giochi GM-Less, grossomodo riconducibili a “un GDR non può funzionare senza un singolo giocatore che tenga le redini, ne risulta l’anarchia”; beh, vi assicuro per esperienza che ciò succede nei giochi GM-Less scritti male o giocati male: in quelli scritti bene e giocati bene, ogni giocatore è responsabile di tenere le redini, in modo diverso da gioco a gioco, e ciò permette di godere nella medesima partita di tante sensazioni piacevoli diverse – ad esempio, nel mio amato Archipelago III ciascuno, a turno, controlla il suo personaggio, empatizza per lui o lei e ne porta avanti gli scopi, e recita gli avversari degli altri protagonisti, divertendosi a infliggere mazzate emotive. E dato che tanti giochi GM-Less sono anche monosessione, consiglio a tutti di sceglierne uno e usarlo per riempire una serata vuota: potreste vederne delle belle e scoprire nuovi orizzonti.
  4. Provate un gioco per due
    Le rare volte che bazzico i gruppi Facebook, spesso leggo domande del tipo “È possibile giocare in 2?”; oh sì, tanto che esistono vagonate di provate giochi progettati appositamente per girare in 2. E ce ne sono per tutti i gusti, dal romantico all’horror fino al drammone introspettivo, passando per l’avventuroso. E molti costano una miseria. Dài, non ditemi che voi e la vostra metà preferite le repliche di Don Matteo a una partitina a qualcosa di figo!
  5. Andate all’avventura!
    Questa è la più banale di tutte, ma è anche quella più importante: a tutti noi piace giocare a immagine mondi favolosi, grandi avventure e intensi momenti drammatici, ma non dimentichiamoci che i mondi immaginari esistono in funzione di quello reale. Finché avete del tempo libero e il tempo è bello, buttatevi a esplorare il mondo subito fuori dalla vostra porta: passeggiate nei prati davanti a casa, visitate i quartieri di periferia, fate un picnic sul lungofiume, fate un salto alla spiaggia cui di solito non andate, provate quel nuovo ristorante etnico. Per vivere belle avventure non servono per forza spade stregate e signori oscuri da abbattere, può bastare la compagnia giusta e una strada da percorrere.
    E con una canzone a tema, vi auguro buone vacanze! Se non mi esplode il fegato, ci si risente dopo Montelago!

One thought on “#PLdGS: 5 cose ruolistiche da fare in ferie

  1. I visited mᥙltiple blogs except the audio feature for audio songs
    present at this site is really marvelous.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *